Il Bonus Irpef

10/02/2021, Flai Cgil Piemonte

Il Decreto Legge n.3 del 5 febbraio 2020, ha sostituito la disciplina del cosiddetto "Bonus Renzi" con l’introduzione di due nuove misure fiscali: il trattamento integrativo e la detrazione fiscale

 

Queste due misure vengono applicate dal 1° luglio 2020, hanno il ruolo di ridurre la tassazione sul lavoro e sono alternative fra loro.

 

1 - Il “trattamento integrativo”

Questo trattamento viene determinato in rapporto al numero di giorni lavorativi a partire dal 1° luglio 2020 ed è pari a 600 euro per il 2020 e 1.200 euro per il 2021. Il trattamento integrativo spetta soltanto se il reddito complessivo del potenziale beneficiario non è superiore a 28.000 euro. Praticamente, viene riconosciuto un trattamento integrativo ai titolari di reddito di lavoro dipendente e assimilati, la cui imposta lorda, determinata su detti redditi, sia di ammontare superiore alle detrazioni da lavoro spettanti.

 

2 - L’“ulteriore detrazione fiscale”

Per le prestazioni rese tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2020 viene riconosciuta una ulteriore detrazione fiscale ai titolari di reddito di lavoro dipendente e assimilati, con reddito complessivo superiore a 28.000 euro e fino a 40.000 euro. L’importo di tale detrazione, che deve essere rapportata al periodo di lavoro, è decrescente all’aumentare del reddito complessivo, fino ad azzerarsi al raggiungimento di un livello di reddito complessivo pari a 40.000 euro.

 

Praticamente, il lavoratore trovera nella sula busta paga, in base al suo reddito:

 

- dai 26.600 euro ai 28.000 euro : 100 euro al mese;

- dai 28.000 e 35.000 euro: 80 euro al mese;

- dai 35.000 e 40.000 euro una somma decrescente da 80 euro fino a zero.

 

L'importo non incide al calcolo del reddito stesso.

 

A decorrere dal 1° luglio 2020, entrambe le misure sono riconosciute automaticamente dai sostituti d’imposta in busta paga ai lavoratori, verificandone in sede di conguaglio la spettanza.

 

Dal 23 febbraio 2021 il Bonus Irpef da 100 euro verrà erogato anche ai disoccupati che percepiscono la Naspi.

 

 

Admin, 10/02/2021